Coronavirus, l’Oms contro Zangrillo: “Non è vero che se n’è andato”

Coronavirus, l'Oms contro Zangrillo: "Non è vero che se n'è andato". A dirlo è la funzionaria dell'organizzazione Catherine Smallwood

Coronavirus, l'Oms contro Zangrillo:
Coronavirus, l'Oms contro Zangrillo: "Non è vero che se n'è andato"

Coronavirus, l’Oms contro Zangrillo: “Non è vero che se n’è andato”. In Italia “non si può parlare di immunità da coronavirus”, come non si può in altri Paesi. Dopo le parole del primario del San Raffaele di Milano Alberto Zangrillo arriva il commento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, in un briefing online tenuto dall’Ufficio Regionale Oms per l’Europa sul Covid-19, per giornalisti di lingua russa.

Coronavirus, l’Oms contro Zangrillo: “Non è vero che se n’è andato”

A domanda diretta di una reporter di Rt, Elmira Petrovskaja, che chiede se sia vero che come dicono “alcuni dottori italiani, il virus se ne sta andando”, la funzionaria dell’organizzazione Catherine Smallwood replica in modo altrettanto chiaro, parlando di “piccola flessione”, di “livello che scende” ma sottolineando che in ogni caso persiste la presenza “di nuovi casi”.

“Tutti sappiamo che l’Italia è stata uno dei primi Paesi, una delle prime regioni europee ad essere molto colpita da questo virus dalla fine di febbraio”, prosegue la Smallwood. “Noi vediamo una piccola flessione dei casi in Italia e ora la situazione è abbastanza sotto controllo, ma continuano a esserci tuttavia dei nuovi casi di coronavirus”, aggiunge. Alla conferenza era presente anche il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Europa, Hans Kluge.