Coronavirus, Silvestri: “Da imbecilli contrapporre vaccino e plasma”

Coronavirus, Silvestri: "Da imbecilli contrapporre vaccino e plasma" anche perché il primo è la più grande speranza per eradicare il morbo, scrive il virologo della Emory University

Coronavirus, Silvestri: “Da imbecilli contrapporre vaccino e plasma”. “Creare delle contrapposizioni artificiali di priorità tra vaccini ed altri interventi socio-sanitari per prevenire e soprattutto per curare Covid-19 è un ragionamento davvero da imbecilli“. Lo scrive sul suo account Fb Guido Silvestri, virologo della Emory University di Atlanta, fondatore del Patto per la scienza con, tra gli altri, Roberto Burioni e Pier Luigi Lopalco, nel suo ‘diario’ giornaliero sul coronavirus intitolato ‘Pillole di ottimismo – l’ottimismo che viene dalla conoscenza’.

Coronavirus, Silvestri: “Da imbecilli contrapporre vaccino e plasma”

La ricerca sul vaccino deve andare avanti in modo efficace mentre, al contempo, devono procedure con eguale efficacia quelle su antivirali, anticorpi monoclonali, plasma, immuno-modulatori, ed altre potenziali terapie, insieme ovviamente alla ricerca di base sui tanti aspetti di questo virus e della malattia che ancora non abbiamo bene compreso”, continua Silvestri. Che aggiunge: “Un vaccino sicuro e di grande efficacia, tipo per esempio quello del morbillo o della polio o del tetano, è certamente la più grande speranza per eliminare una volta per tutte la minaccia di Covid-19 dalla faccia del nostro pianeta. Per questo è assolutamente giusto e logico che in questa area della ricerca scientifica siano investite ingenti risorse finanziarie e di personale. Se vogliamo tornare ad una vita veramente normale al 100% – non so voi, ma io voglio proprio questo – sviluppare un vaccino efficace è la nostra strada maestra”.