Pregliasco: “In Veneto focolaio, in Lombardia incendio”

Il virologo Fabrizio Pregliasco, ricercatore dell’Università Statale di Milano e direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi, ha fatto una puntualizzazione sul Corriere della Sera.

Coronavirus, l'Oms contro Zangrillo:
Coronavirus, l'Oms contro Zangrillo: "Non è vero che se n'è andato"

Il virologo Fabrizio Pregliasco, ricercatore dell’Università Statale di Milano e direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi, ha fatto una puntualizzazione sul Corriere della Sera.

Le parole di Pregliasco

Io vorrei spiegare davvero all’opinione pubblica perché la Lombardia è stata travolta da uno tsunami di casi di Covid-19. Si sta diffondendo un po’ l’idea che il Veneto abbia gestito meglio l’epidemia (poco più di 10 mila casi e 500 decessi). Io non voglio sminuire il lavoro prezioso dei colleghi veneti, ma bisogna capire che la situazione non è paragonabile”. Il problema “è che lì c’è stato un focolaio, qui un incendio. Il 25 febbraio, a ridosso del ‘Paziente Uno’ di Codogno, la Lombardia ha 231 casi; il Veneto 42. Da quel momento in avanti la crescita è esponenziale: il 3 marzo i lombardi positivi sono 1.346, i veneti 297”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.