Contagiata bimba di 4 anni. Conte: “Panico ingiustificato”

Il governatore Attilio Fontana e l'assessore Gallera confermano il contagio di una bimba di 4 anni.

Conte non accetta le polemiche e ribatte. Nel frattempo il numero dei contagiati dal coronavirus sale a 259 in Lombardia. Il governatore Attilio Fontana e l’assessore Gallera confermano il contagio di una bimba di 4 anni. L’infante è residente a Castiglione d’Adda comune che si trova nella zona rossa. Contagiato anche un bambino di 10 anni e due ragazzi di 15.

I contagi hanno superato quota 320 e portato anche a 11 vittime tutte con precedenti patologie. Per ora sono però riconducibili al Lodigiano e la Lombardia rimane appunto l’area più colpita. Seguita dal Veneto, dove il numero di casi positivi è salito a 58.

Conte contro le polemiche e il panico

Il premier Giuseppe Conte nel frattempo chiede di fidarsi delle misure messe in atto dal governo: “Il panico è una reazione del tutto ingiustificata che compromette la complessiva efficienza del sistema”. Sottolinea come questo sia “Il momento della coesione e dell’unità nazionale, non della polemica“.

Nel frattempo il governo ha predisposto una nuova ordinanza, riguardante le Regioni non direttamente interessate dai focolai in corso, per avere una risposta omogenea e non sproporzionato a livello nazionale. Per questo, intervistato dal Corriere della Sera, il premier ribadisce l’importanza di “Un atteggiamento responsabile, ispirato a collaborazione e professionalità” da parte delle Regioni e di “tutte le forze politiche“.