Burioni: “Mi scuso, frase sfortunata”

Il virologo Roberto Burioni, ospite della trasmissione radiofonica 'Circo Massimo', è tornato sui suoi passi.

Il virologo Roberto Burioni, ospite della trasmissione radiofonica ‘Circo Massimo’, è tornato sui suoi passi: “Mi dispiace per la mia frase in cui ho definito la collega Gismondo del Sacco ‘signora’, è stata una frase sfortunata”.

Burioni sul Coronavirus

La mortalità di questa malattia è l’1%. Quello che la rende pericolosa per la nostra sanità è il numero di persone che vanno in terapia intensiva. Questo potrebbe aumentare la mortalità per altri casi, come gli infarti. Il fatto che non ci siano altri focolai diffusi è un dato molto positivo. Credo che sia stata una buona idea chiudere le scuole. I bambini non sono particolarmente in pericolo, però allo stesso tempo se i bambini si ammalano in maniera lieve vanno a scuola e il contagio si diffonde. Questo virus non è come un’influenza: è un virus contagioso, che può essere pericoloso. Non è la peste nera, ma non è un’influenza. Va arrestato il contagio. E non è il momento delle polemiche: bisogna essere tutti uniti”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.