Terapia anticancro a base di car-t arriva in Italia e promette una rivoluzione

La rivoluzionari terapia anticancro a base di car-t arriva in Italia. L'Agenzia italiana del farmaco ha dato il via libera alla rimborsabilità della prima terapia a base di cellule Car-t.

Terapia anticancro a base di car-t arriva in Italia
Terapia anticancro a base di car-t arriva in Italia

La rivoluzionari terapia anticancro a base di car-t arriva in Italia. Come riporta l’Adnkrons, l’Agenzia italiana del farmaco ha dato il via libera alla rimborsabilità della prima terapia a base di cellule Car-t disponibile in Italia. Lo ha riferito in una nota: “La nuova terapia, denominata Kymriah, potrà essere prescritta secondo le indicazioni approvate da Ema e utilizzata presso i centri specialistici selezionati dalle Regioni“. Servirà “per pazienti e adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B (Dlbcl) resistenti alle altre terapie o nei quali la malattia sia ricomparsa dopo una risposta ai trattamenti standard e per pazienti fino a 25 anni di età con leucemia linfoblastica acuta (Lla) a cellule B”.

“Le terapie Car-T – continua la nota – rappresentano una strategia immunoterapica di ultimissima generazione nella lotta ai tumori ematologici. Utilizzano i globuli bianchi (linfociti T) prelevati dal paziente e appositamente ingegnerizzati per attivare il sistema immunitario. Una volta reinfusi nel paziente, entrano nel circolo sanguigno e sono in grado di riconoscere le cellule tumorali e di eliminarle”.

Terapia anticancro a base di car-t

Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità e direttore del Dipartimento di onco-ematologia pediatrica dell’ospedale Bambino Gesù di Roma ha spiegato cosa accadrà adesso. “La prima terapia anti-cancro Car-T in Italia potrà essere somministrata a 30-40 pazienti pediatrici e a circa 500 adulti”.

Il trattamento è indicato per adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B (Dlbcl) resistenti alle altre terapie o nei quali la malattia sia ricomparsa. La terapia servirà anche per i pazienti fino a 25 anni di età con leucemia linfoblastica acuta (Lla) a cellule B.

Ora resta da stabilire quali saranno i centri in Italia dove sarà disponibile la terapia. “Decideranno il Governo, le Regioni e l’Aifa – continua Locatelli. E per i tempi? “Certamente entro l’anno sarà disponibile”.

Le tempistiche

Andando più nel dettaglio con le tempistiche, l’azienda produttrice Novartis riferisce: “Presumibilmente (la nuova terapia Car-T) sarà disponibile dal prossimo settembre”. “L’iter – prosegue Novartis – prevede inoltre che le Regioni identifichino i centri ematologici autorizzati a erogare il trattamento, centri che saranno opportunamente qualificati sulle procedure necessarie a somministrare tisagenlecleucel, in linea con le richieste dell’Agenzia europea (Ema)”.

Trattati 10 bambini a Monza

Sempre come riferisce l’Adnkronos, la leucemia linfoblastica acuta è la forma di tumore più frequente nei bambini. La prima Car-T Cell approvata in Italia rappresenta ora una speranza di cura per quei bambini che non avrebbero altre opzioni terapeutiche a disposizione.

Alla Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma all’Ospedale San Gerardo d Monza – ricorda l’azienda produttrice Novartis in una nota – c’è l’unico centro in Italia a sperimentare tisagenlecleucel in ambito pediatrico. Ad oggi ha trattato dieci bambini. E ancora: “Al valore scientifico di questa assoluta novità terapeutica si aggiunge il valore clinico perché la sua efficacia è profonda e duratura. Anche in pazienti molto fragili.”

Altre notizie sulla salute su https://www.cisiamo.info/salute/.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.