Sondaggi politici elettorali elezioni comunali oggi: Lega in testa, gli altri inseguono

Gli ultimi sondaggi politici elettorali per le elezioni comunali danno oggi una situazione simile a quella che che si vede se si spulciano i dati riguardo i sondaggi per le elezioni europee.

Sondaggi politici elettorali oggi
Sondaggi politici elettorali oggi, in rialzo il M5S, mentre la Lega si conferma primo partito in Italia con il 32,8% delle preferenze.

Archiviate le elezioni in Basilicata, si guarda oltre, e quell’oltre per la politica italiana ha due nomi: elezioni comunali e elezioni europee. Gli ultimi sondaggi politici elettorali per le elezioni comunali danno oggi una situazione simile a quella che che si vede se si spulciano i dati riguardo i sondaggi per le elezioni europee. Con cioè La lega che rimane in testa e gli altri costretti a inseguire.

La doppia sfida, che andrà in scena il 26 maggio, rappresenta una tappa importante per il Governo. Una vittoria netta da una delle due parti potrebbe squilibrare la bilancia, far incrinare irrimediabilmente i rapporti, già non ottimali, tra Lega e 5 Stelle. Il presidente Sergio Mattarella è corso ai ripari. Preannunciando una ipotetica crisi di Governo, non ha preso impegni per le settimane successive alle europee.

Sondaggi politici elettorali elezioni comunali oggi

Ma veniamo, senza divagare, ai sondaggi sulle prossime elezioni comunali. Fare un analisi dettagliata è difficile, in quanto gli umori della nazione cambiano di giorno in giorno. Nelle prime settimane di aprile, i sondaggi politici elettorali enunciati da La7 continuavano a dare la Lega in vantaggio, anche se con una leggera flessione, dovuta soprattutto alle posizione prese durante il Congresso della famiglia di Verona. Ha perso terreno anche il Movimento 5 Stelle, tallonato ora dal Pd. Hanno guadagnato terreno, invece, Fratelli d’Italia e Forza Italia.

Sondaggi partito per partito

La Lega, se si dovessero rispettare le ultime proiezioni, dovrebbe presentarsi alle prossime elezioni Comunali sempre con un consenso superiore al 30%. Difficile dire invece chi sarà al secondo posto. Salvo sorprese, continuerà a esserci una corsa a due tra Movimento e Pd. Entrambi i partiti si sono stabiliti poco sopra il 20% dei consensi, con il Movimento ancora avanti, seppur perdendo qualche punto percentuale.

Sempre salvo sorprese, Forza Italia dovrebbe presentarsi alle elezioni forte di un consenso che supera il 10%. Fratelli d’Italia, che ha guadagnato qualche punto, spera di riuscire a raggiungere il 5%. Più Europa per adesso rimane inchiodata al 3%, mentre rimangono indietro tutti gli altri partiti.