Sondaggi politici elettorali oggi, in vista delle Europee: lotta a due per secondo posto

Anche oggi, mercoledì 10 aprile, vi teniamo aggiornati sui nuovi sondaggi politici elettorali. Le differenze con quelli che abbiamo dato lunedì sono minime, ma ci sono.

Sondaggi politici elettorali oggi
Sondaggi politici elettorali oggi

Anche oggi, mercoledì 10 aprile, vi teniamo aggiornati sui nuovi sondaggi politici elettorali. In realtà le differenze con quelli che abbiamo dato lunedì sono minime. Ma ci sono. Salvini e la Lega continuano a fare la parte del leone e a rimanere in testa. Tuttavia sta rosicchiando punti il Pd che con il Movimento 5 Stelle si sta battendo per il secondo posto.

Sondaggi politici elettorali oggi

Archiviate le elezioni in Basilicata, adesso si pensa alle elezioni europee e a quelle amministrative. Come già detto, gli ultimi sondaggi SWG confermano la Lega in testa. Però Salvini si deve guardare alle spalle, perché il Pd targato Zingaretti sta riguadagnando terreno.

Il Partito Democratico, infatti, si è esibito in un funambolico contro-sorpasso nei confronti del Movimento 5 Stelle. Il vantaggio è irrisorio, in realtà. Zingaretti è sopra di appena lo 0,1%. Flessione anche per la Lega.

Vediamo tutti i dati di SWG in dettaglio, partendo dagli alleati di Governo. La lega si attesta al 31,8%, il Movimento 5 Stelle al 22,0%. Entrambi calano. La prima perde quasi un punto, i secondi solo lo 0,2%. Calo anche per Forza d’Italia (8,9%). Fratelli d’Italia al contrario sale (4,9%).

Ma la notizia è che torna a salire con convinzione il Partito Democratico (22,1%). Bene anche +Europa (3,1%), la Sinistra 2,9%. Potere al Popolo invece perde lo 0,2% (1,1%).

Ultimi sondaggi tecnè

Da registrare però anche un secondo sondaggio, quello fatto da Tecnè in vista delle elezioni europee. Le proiezione, fatte comunque analizzando un bacino ristreto di persone, sono ovviamente simili a quelle appena viste. La Lega però resta stabile (31,9%), il Movimento rimane al secondo posto (21,4%), tallonato dal Pd (20%). Sempre pochi punti, dunque, a separare i primi due inseguitori.

E ora veniamo agli altri: Forza Italia sale (12,3%), Fratelli d’Italia rimane stabile (4,7%). Tutti gli altri partiti, invece, si dividono il bottino, assestandosi a un totale che non arriva a toccare il 10% (9,7%).