Elezioni Calabria, Occhiuto si fa da parte: «Abituato a costruire, non a distruggere»

Mario Occhiuto, dopo i problemi in seno al centrodestra, ha deciso di farsi da parte per le prossime elezioni in Calabria. L'annuncio è giunto su Facebook.

Elezioni Calabria, abbandona la corsa Mario Occhiuto
Elezioni Calabria, abbandona la corsa Mario Occhiuto (foto Facebook)

Le prossime elezioni in Calabria vedranno fuori dai giochi il principale candidato del centrodestra (almeno in prima battuta): Mario Occhiuto lo ha annunciato mediante un post su Facebook. L’attuale primo cittadino di Cosenza ha ringraziato Silvio Berlusconi e tutti coloro che lo hanno sostenuto.

«D’altronde non ci sono le condizioni per portare avanti da soli il progetto di cambiamento della Regione Calabria che avevamo in mente, con la speranza di una vittoria elettorale. Infatti l’attuale sistema elettorale prevede (solo in Calabria) il voto congiunto tra il candidato Presidente e i consiglieri. Con tale sistema – dichiara Occhiuto – avremmo potuto ottenere un ottimo risultato. La mia corsa solitaria sarebbe sembrata quasi una ritorsione o una ripicca; e io sono abituato a costruire, non a distruggere».

Elezioni Calabria, i candidati in gioco

Con l’uscita di Mario Occhiuto la candidata del centrodestra sarà Jole Santelli. Il centrosinistra propenderà invece per Pippo Callipo. Fuori dai giochi anche Mario Oliverio che sosterrà l’imprenditore attivo nella vendita del tonno. Il Movimento 5 Stelle ha sposato il progetto di Francesco Aiello che è stato ben visto anche sulla piattaforma Rousseau seppur con un margine percentuale non così plebiscitario. In campo anche l’ex capo della Protezione Civile Calabria, Carlo Tansi.