Elezioni europee 2019, exit poll esteri: i risultati degli altri Paesi Ue

Elezioni europee 2019, exit poll dei paesi esteri membri Ue che hanno votato nei giorni scorsi

Parlamentari europei italiani 2019
Parlamentari europei italiani 2019, ecco chi sono i nuovi eletto a Bruxelles con le elezioni europee 2019

Elezioni europee 2019, stanno cominciando ad uscire gli exit poll dei Paesi dell’Unione Europea che hanno votato nei giorni scorsi, mentre si attendono gli exit poll dell’Italia. I Paesi di cui si dovrebbero avere i primi dati saranno, tra gli altri, Austria, Germania e Grecia. Dalle 20 si avranno i dati di altri tre Paesi importanti per la composizione del nuovo Parlamento europeo: Francia, Spagna e Danimarca.

Le famiglie dei partiti europei

I partiti dei singoli Stati fanno parte delle famiglie di partiti europei. A seconda delle percentuali ottenute, i partiti ottengono anche un certo numero di seggi, tra quelli a loro assegnati. I seggi andranno quindi alla famiglia dei partiti europei a cui fanno capo i diversi partiti nazionali. Le maggiori famiglie europee sono il PPE, famiglia europeista di centro-destra, moderata cristiana e conservatrice, e l’S&D, il Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici. L’ECR è il gruppo della destra euroscettica dei Conservatori e Riformisti europei, mentre l’ALDE è il gruppo dell’Alleanza dei Democratici e dei Liberali e per l’Europa. C’è poi il GUE/NGL, che è formato dal Partito della Sinistra Europea, socialista e comunista e dall’Alleanza della Sinistra Verde Nordica, ecosocialisti del Nord Europa.

Gli exit poll delle elezioni europee 2019 degli altri Paesi Ue

Dalle 18 il Parlamento europeo ha cominciato a diffondere i primi dati rigaurdanti gli exit poll dei Paesi Ue che hanno votato nei giorni scorsi, e di cui quindi sono già disponibili alcuni dati, anche se lo scrutinio inizierà alle 23, quando si chiuderanno ufficialmente i seggi in tutti i Paesi membri.

Exit poll Austria

Secondo gli exit poll delle elezioni europee, in Austria il partito che ha ottenuto maggiori preferenze è l’ÖVP (Österreichische Volkspartei) 34,50%, ottenendo per il PPE 7 seggi. L’SPÖ, Sozialdemokratische Partei Österreich si attesta al 23,50% con 5 seggi per i Socialisti e democratici, mentre il FPÖ, Freiheitliche Partei Österreichs ottiene il 17,50%, portando così 3 seggi al Gruppo Europa delle Nazioni e della Libertà . Il GRÜNE – Die Grünen – Die Grüne Alternative prende il 13,50%, con 2 seggi per il gruppo europeo dei Verdi, mentre NEOS – NEOS – Das neue Österreich si attesta all’8,00% con 1 seggio per l’Alde.

Germania: exit poll

Secondo i primi exit poll diffusi dal Parlamento europeo, il primo partito è il CDU-CSU, che ottiene il 28% delle preferenze portando 8 seggi al PPE. Secondo partito è invece con il 22% è il GRÜNE, che ottiene 22 seggi per i Verdi. Con il 15,5% si attesta terzo partito l‘SPD, che porta 16 seggi alla famiglia dei Socialisti e Democratici. Alternative für Deutschland ottiene 10 seggi per gli EFDD, Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia diretta. 6 seggi per il FDP che ottiene il 5,5% per ADLER&R, a cui si aggiugno i 2 seggi di FREIE WÄHLER, mentre 3 seggi li prende Die PARTEI con il 2,60%. Un solo seggio ottengono invece Tierschutzpartei, FAMILIE, ÖDP e PIRATEN. I seggi in tutto sarebbero 96.

Exit poll Olanda

Secondo gli exit poll delle elezioni europee, in Olanda il partito che avrebbe ottenuto il maggior numero di preferenze è il Partij van de ArbeidÖsterreichische Volkspartei, con il 18,10%. Il Volkspartij voor Vrijheid en Democratie ottiene il 15%, i Christen-Democratisch Appèl si fermerebbero al 12,30%. La Forum voor Democratie si attesta al 11,00%. Indietro il ChristenUnie – Staatkundig Gereformeerde Partij e il Democraten 66, fermi rispettivamente al 7,90% e al 6,30%. Nessun altro paritito avrebbe, per il momento, superato la soglia del 4%.

Exit poll Irlanda

I primi exit poll riguardanti l’Irlanda danno come primo partito con il 29% delle preferenze l‘FG, ottenendo 4 seggi per il PPE. GP, con il 15% ottiene due seggi per i Verdi, a pari percententuale con gli Indipendets che ne ottengono 2 per il GUE/NGL – Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica. A questi vanno poi aggiunti i 2 seggi ottenuti anche da SF – Sinn Féin con il 13%. Un solo seggio per FF – Fianna Fáil Partyl, che si aggiunge a quelli dell’ ADLE&R. Si tratta in totale di 11 seggi.

Exit poll Cipro

A Cipro spettano 6 seggi, che secondo i primi exit poll diffusi dal Parlamento europeo potrebbero essere suddivisi così: 2 seggi al PPE ottenuti dal DISY con il 31,80%; 2 seggi al Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica ottenuti con il 26% dell’AKEL; altri 2 seggi ottenuti dai Socialisti e Democratici grazie alle percentuali ottenute dal DIKO ed EDEK.

Exit Poll Malta

I 6 seggi spettanti a Malta sono ripartiti sui soli due partiti laburista (che ottiene 4 seggi per i Socialisti e Democratici con il 55% delle preferenze) e nazionalista – che invece arriva al 37% e ottiene 2 seggi per il PPE.

Exit poll Croazia

La Croazia ha diritto a 11 seggi. Di questi il partito HDZ ne conquista 4 per il PPE, con il 23,43% delle preferenze. 3 seggi potrebbero essere conquistati dall’SDP per la famiglia degli S&D, con il 18, 38%. Coalition Hrvatski suverenisti conquista invece un seggio per l‘ECR, con il 6,43%, mentre l’Independent Mislav Kolakušić ne conquista un altro. Živi zid ottiene il 6,25% conquistando 1 seggio. Coalition AMS si attesta al 5,59% con un seggio per l‘ALDE.

Exit poll Francia

La Francia ha 74 seggi. Secondo i primi exit poll, il primo partito sembra essere RN – Rassemblement national di Marine Le Pen, con il 23,73%, che ottiene così 23 seggi per ENL. Coalition Renaissance (La Republique En marche! + MoDem + Agir + Mouvement radical, social et libéral) ottiene il 22,47% con 21 seggi per l’ALDE. Il partito francese dei verdi, EELV – Europe écologie-Les verts si attestano come terzo partito con il 12,63% e 12 seggi. LR Les Républicains – Union de la droite et du centre ottiene l’8,10% con 7 seggi per il PPE, mentre la Coalition Envie d’Europe écologique et sociale (Parti Socialiste + Radicaux de Gauche + Place publique + Nouvelle Donne) raggiunge il 6,57%, con 5 seggi per S&D e uno per gli altri partiti. France insoumise arriva al 6,33% con 6 seggi per il Gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica.

Exit poll Slovacchia

Secondo i primi exit poll, dei 13 seggi della Slovacchia, la Coalizione di Progresívne Slovensko + SPOLU – občianska demokracia porta a casa 2 seggi per l’ALDE e 2 per gli altri partiti con il 20,10%. SMER – Sociálna demokracia arriva al 15,70% e ottiene 3 seggi per i S&D, mentre Kotleba – Ľudová strana Naše Slovensko ottiene 2 seggi e KDH – Kresťanskodemokratické hnutie con il 9,70% ottiene 2 seggi per il PPE. Due seggi per l’ECR che arrivano invece da SaS – Sloboda a Solidarita e dalla Coalizione di Obyčajní Ľudia a nezávislé osobnosti + Nová väčšina – Dohoda.

Exit poll Grecia

21 seggi per la Grecia, di questi, secondo i primi exit poll New Democracy si attesta come primo partito con 34,00%, conquistando 8 seggi per il PPE. La Coalizione della sinistra radicale ottiene il 27,00% e porta 7 seggi per il GUE/NGL. Con l’8,00% la coalizione Panhellenic Socialist Movement + Democratic Alignment + Movement of Democratic Socialists ottiene invece 2 seggi per i S&D.

Exit poll Romania

La Romania ha diritto a 32 seggi e secondo gli exit poll quello Social demoratico è il primo partito con il 25,80%, e porta 9 seggi ai S&D. Il partito nazional liberale si attesta come secondo partito con il 25,80%, portando altri 9 seggi al PPE. 9 seggi anche per l’ALDE grazie al 23,90% della coalizione Alliance 2020 (USR+PLUS). Pro Romania ottiene il 5,70%, dando un seggio ai S&D e uno all’ECR. UDMR e PMP rispettivamente con il 5,40% e il 5,20% portano altri 3 seggi complessivi al PPE.

Exit poll Polonia

Diritto e Giustizia, il partito di destra clericale e moderatamente euroscettico si attesta come primo partito polacco alle elezioni europee 2019, ottenendo il 42,40%, con 21 seggi all’ECR e 2 ad altri partiti. Sul fronte opposto, la Coalizione europea è il secondo partito con il 39,10% e porta 18 seggi al PPE, 2 ai S&D e 2 all’ALDE. Wiosna Roberta Biedronia con il 6,60% raggiunge 3 seggi.

Exit poll Portogallo

In Portogallo, i primi exit poll danno come primo partito quello socialista con il 32,45%, guadagnando 9 seggi per i S&D. Con il 22,90%, il secondo partito è quello Social Democratico, che porta al PPE 6 seggi. 4 seggi totali per GUE/NGL dal Blocco di Sinistra che guadagna il 10,25% e dal Partito Popolare, con il 6%. UN solo seggio per i verdi, grazie al 5,50% di PAN.

Redazione CiSiamo
La Redazione di CiSiamo.info è pronta a parlarvi di attualità, cronaca, politica, spettacolo, sport, cultura, cercando sempre di portare alla vostra attenzione i fatti più interessanti e più rilevanti che la contemporaneità ci mette davanti. Siamo pronti a far scorrere le dita sulle nostre tastiere. Noi Ci Siamo, e voi? Seguiteci sui social.