Orfini: “No, una sfida quasi impossibile”

Il deputato del Pd Matteo Orfini ha parlanto dopo la manifestazione dei comitati per il No al referendum, in piazza Santi Apostoli, a Roma.

Referendum legge elettorale
Referendum legge elettorale

Il deputato del Pd Matteo Orfini ha parlanto dopo la manifestazione dei comitati per il No al referendum, in piazza Santi Apostoli, a Roma. “C’è una campagna elettorale difficile, direi una sfida quasi impossibile che merita di essere combattuta fino all’ultimo. Per questo sono qui, per difendere i valori della Costituzione. Il Sì che portano avanti a questo referendum rappresenta l’antipolitica e le parole di Grillo e Di Maio ne sono la dimostrazione”.

Le parole di Orfini

“Il rimpasto non mi interessa molto, direi che è più importante discutere su cosa fare fino alla fine della legislatura, parlare delle priorità come lo ius soli o la cancellazione dei decreti sicurezza. I problemi, a mio avviso, non si risolvono cambiando nomi e cariche, ma modificando l’agenda politica. A Bonaccini due anni fa dissi di sciogliere e rifondare il Pd e lo feci anche per proporre di ricucire fratture del passato. Non possiamo tornare tutti in questa casa ma sarebbe ben diverso ‘sfidare’, in un certo senso, il popolo del centro sinistra a costruire un nuovo partito tutti insieme. Un Pd rinnovato che sia la casa di tutti”.

Le parole di Conte

Il premier Giuseppe Conte ha parlato in un videomessaggio trasmesso sui social. “Lunedì si torna a scuola in gran parte d’Italia. Rivolgo un saluto a tutti voi: ragazze, ragazzi, insegnanti, dirigenti, personale scolastico, genitori. Sarà un momento di intensa emozione, così almeno è stato per me ogni primo giorno di scuola. E’ un’emozione che vivrò anche io, da capo di un governo che nei mesi scorsi ha lavorato per un ritorno in classe in sicurezza. Ma anche da padre di un figlio che si accinge a tornare a scuola. Ci saranno difficoltà, disagi, soprattutto all’inizio”.

Scuola

“La scuola è il cuore pulsante del nostro Paese. E’ un luogo di accoglienza particolarmente prezioso, che accompagna i ragazzi nei processi di crescita. Nella scuola si concentrano tutti i progetti di un futuro migliore. La scuola vi aiuta a comprendere che prima di ogni altra cosa viene il rispetto della persona, della sua dignità, anche a prescindere dalle sue idee e dalle sue convinzioni. E’ il luogo che vi fa capire che la forza vera è quella che combatte ogni forma di sopruso e di ingiustizia, non quella che si nasconde nell’indifferenza o che sfocia nella violenza”, ha concluso Conte.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.