Salvini: “Chiedo che non ci siano segreti”

Salvini
Foto: Twitter

Matteo Salvini a Radio24 ha parlato del ‘piano segreto’ del governo a febbraio sulla gestione dell’emergenza Covid. ”Noi chiediamo solo trasparenza, chiarezza. Chiediamo che non ci siano segreti. All’inizio ci poteva stare, ma adesso siamo a settembre: è giusto capire se il governo aveva gli elementi per agire prima e salvare vite e non lo ha fatto”.

Le parole di Salvini

‘Con cautela io riaprirei gli stadi di calcio. Con stadi che possono contenere 70-80mila persone, se fai entrare 5-10mila persone con cadenza oraria uno a dieci metri dall’altro si può fare. Hai riaperto i cinema, i teatri… Ci sono migliaia di posti di lavoro che dipendono da questo settore. Sul voto per le elezioni regionali, i toscani sono persone molto concrete, questo è un voto per la sanità, la raccolto dei rifiuti’. Penso, quindi che sarà un voto molto concreto, di rinnovamento”. Avrà un impatto sul governo? No. Sarà un voto dei fiorentini per i fiorentini e dei baresi per i baresi…”.

Regionali

Ho girato l’Italia sento tanta voglia di concretezza e cambiamento, il voto dei cittadini è libero e democratico, è sempre una sorpresa. Non è un voto ideologico. Non è un voto europeo o nazionale, è un voto di rinnovamento, concreto, un voto per la sanità, per le strade, per la raccolta dei rifiuti”.

Scuola

Sulla scuola, da papà voglio certezze. Ad oggi insegnanti, studenti, presidi, non hanno certezze. Siamo l’unico Paese in Europa che ancora sulla scuola non ha bidelli, insegnanti, aule e banchi. E non sarà mica colpa mia”, ha concluso Salvini.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.