Meloni: “Pd-M5S, un’alleanza di potere”

In un’intervista a “La Stampa” la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni attacca. "Al governo parlano di referendum Ma alle Regionali sarà una batosta".

Giorgia Meloni Conte
Giorgia Meloni (foto repertorio)

In un’intervista a “La Stampa” la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni attacca. “Al governo parlano di referendum Ma alle Regionali sarà una batosta. Con la probabile prevalenza del Sì canteranno vittoria, pensando così di nascondere un’eventuale sonora batosta alle regionali”.

Le parole della Meloni

“Ho votato sempre per il taglio dei parlamentari a cavallo dei due governi Conte. Ora non ho motivo di cambiare idea anche se comprendo diverse critiche che vengono mosse perché so bene che non basta il taglio e abbiamo fatto notare che non si possono tagliare gli eletti e lasciare lo stesso numero dei senatori a vita, facendolo pesare di più nell’elezione del capo dello Stato”.

Referendum

“Ma attenzione, per noi la vera battaglia non è questa. Il test politico per il governo sono le regionali mentre i 5 stelle invece voglio spostare tutto il focus del voto del 20 e 21 settembre sul referendum: è un modo per evitare di dare peso al voto sui governatori, perciò non capisco perché nel centrodestra si dia sponda a questo tentativo visto che il referendum pesa zero sul governo. Diffico il raccapricciante metodo di Conte e Gualtieri che fanno capire che per fare arrivare i soldi del Recovery Fund alle regioni dove si vota è bene che vinca la sinistra mentre i soldi europei non sono di Conte e di Gualtieri. Se continuano con questo metodo ricattatorio chiederò l’intervento del capo dello Stato. L’alleanza Pd-M5S è un’alleanza di potere. Stanno abbarbicati alle poltrone solo per evitare che noi possiamo vincere alle elezioni politiche. Nei territori Pd e M5S si schifano reciprocamente e questo dovrebbe essere valutato dagli elettori”, conclude Meloni.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.