Conte: “Massimo impegno per la scuola”

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è stato intervistato da 'Il Fatto quotidiano'."Massimo impegno per garantire il rientro a scuola in condizioni di massima sicurezza".

Conte Visita a Piacenza

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è stato intervistato da ‘Il Fatto quotidiano’.”Il governo, la Protezione civile, i sindaci e i presidenti delle Province, gli uffici scolastici regionali e i dirigenti scolastici stanno profondendo il massimo impegno per garantire il rientro a scuola in condizioni di massima sicurezza. È una sfida molto impegnativa per il Paese. Coinvolge oltre 10 milioni di persone”.

Le parole di Conte

“Per capire le difficoltà basti pensare che in Italia si producono 200 mila banchi all’anno. In soli due mesi ne abbiamo reperiti 2 milioni e 400mila, cercandoli in lungo e in largo in Europa. Tra qualche giorno verrà diffuso il piano di consegna delle nuove attrezzature scolastiche”.

Scuola

“Abbiamo investito nella scuola oltre 2,9 miliardi di euro solo per la riapertura di settembre, i lavori di edilizia scolastica, l’affitto di nuovi spazi, i patti di comunità e le varie attrezzature. Rinforzeremo l’organico scolastico con 70mila assunzioni a tempo determinato. Sono state inoltre autorizzate 97mila assunzioni a tempo indeterminato di docenti, personale Ata e dirigenti scolastici. Con il meccanismo della call veloce, voluto fortemente da questo governo, consentiremo a chi lo desidera spostamenti più veloci per raggiungere il ruolo preferito”.

Conte su Draghi

“Sono d’accordo, in particolare, sul fatto che dobbiamo rafforzare gli strumenti per dare maggior forza e stabilità all’area dell’euro e investire con determinazione sull’istruzione e sulla ricerca per garantire un futuro migliore ai giovani”.

Le parole di Boccia

Il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, è stato ospite de ‘La vita in diretta’ su Raiuno. “Ho due figli su tre adolescenti. So che vorrebbero divertirsi ancora. Da padre gli ho spiegato che la cosa più importante per loro è tornare a scuola a settembre e noi abbiamo promesso che a settembre riapriremo le scuole in sicurezza, questo è il nostro dovere oggi. “Si vede anche oggi dai dati: l’Italia resta uno dei Paesi più sicuri al mondo, la Germania è quasi oltre 1.400, la Spagna oltre 3.000, la Francia segue la Spagna, questo significa che il nostro modello sta funzionando e noi dobbiamo avere come obiettivo quello di riaprire le scuole e di convivere con il Covid, perché contagio zero ci sarà solo con il vaccino, sapendo che alcune cose non si possono fare come le facevamo a febbraio, tra queste la vita in discoteca”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.