Conte: “Tunnel sotto stretto di Messina”

l presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha parlato a Ceglie Messapica. "I singoli Dpcm li abbiamo assunti sempre avendo a base le valutazioni degli esperti".

Conte Visita a Piacenza

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha parlato a Ceglie Messapica. “I singoli Dpcm li abbiamo assunti sempre avendo a base le valutazioni degli esperti, con grande condivisione da parte di tutti i ministri, con grande condivisione anche di tutti i presidenti di Regione. Quindi le decisioni le abbiamo prese con grande responsabilità, con grande ponderazione e anche con il senno di poi non abbiamo molto da rimproverarci”.

Le parole di Conte

“E’ giusto che i verbali del Cts siano riservati, ma tutto verrà pubblicato, perché il governo non ha nulla da nascondere. Verbali riservati non significa secretati, io non ho posto nessun segreto di Stato, a distanza di un po’ di tempo è giusto che vengano divulgati, è giusto che si facciano tutte le valutazioni possibili e immaginabili. Insieme a tutto il governo consentiremo la pubblicazione di tutto. Non abbiamo nulla da nascondere”.

Ponte sullo stretto

“Dobbiamo pensare, quando si realizzeranno le condizioni, a un miracolo di ingegneria, dovrà essere una struttura ecosostenibile, leggera, assolutamente compatibile con il territorio, tutelare l’ambiente e nel caso, perché no, essere anche una struttura sottomarina. Ci stiamo pensando, tutte le ipotesi sono aperte, ma lo faremo a tempo debito. Non posso dire ‘faremo il Ponte’. Prima dobbiamo realizzare l’alta velocità di rete fino a Reggio Calabria e poi in tutta la Sicilia, ma sicuramente dobbiamo porci il problema di questo collegamento. Nel mondo ci sono miracoli di ingegneria, ne abbiamo realizzato uno che tutto il mondo ci sta invidiando, è a Genova, un ponte aperto che si libra sul mare”.

Legge elettorale

“Sarebbe eccentrico e particolare se il presidente del Consiglio, sostenuto da forze di maggioranza che concordato una riforma della legge elettorale in senso proporzionale, sostenga il contrario. Mi auguro che continui il dialogo tra le forze di maggioranza. anche perchè quella riforma elettorale si collega alla prospettiva della riforma costituzionale e quindi completerebbe un quadro. Si pone un problema di rappresentanza politica. Mi auguro che il dialogo si finalizzi”.

Conte e i Migranti

“Dire che il ministro Di Maio sia salviniano significa fargli torto. Non perché Salvini sia una persona spregevole, ma semplicemente perché la posizione del governo e del ministro Di Maio è molto articolata, non si riduce allo schema porto aperto, porto chiuso. E’ la posizione di chi si rende conto che non è accettabile che ci siano questi flussi migratori in modo indiscriminato, anche perché non posso chiedere il sacrificio agli italiani e poi tollerare che arrivano migranti addirittura positivi e che vadano in giro liberamente”, ha concluso.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.