Bonaccini: “Io leader Pd? Frega niente”

Stefano Bonaccini ha parlato ad Agorà a proposito dell'eventualità di una sua leadership del Pd in futuro."Non me ne frega niente".

Bonaccini
Foto: Twitter

Stefano Bonaccini ha parlato ad Agorà a proposito dell’eventualità di una sua leadership del Pd in futuro.”Non me ne frega niente, credo di aver già dato una bella mano al mio partito ad aver vinto qui, quello che dovevo fare l’ho fatto. Devo fare il presidente dell’Emilia Romagna, il mio da fare ce l’ho. Quello per cui spero di essere utile è un contributo di idee e di buon governo: qui abbiamo vinto perché avevamo governato bene”.

Le parole di Bonaccini

“Scuole? Un po’ lunghi siamo arrivati. La complessità delle questioni da affrontare rispetto alla terribile pandemia c’era tutta.”Bisogna dire grazie ai ministri Speranza, Boccia e De Micheli che hanno colto la richiesta della Conferenza delle Regioni. Siamo preoccupati dal ritorno di milioni di studenti, insegnanti, lavoratori, dobbiamo programmare come farli tornare a scuola, vorremmo che tutti andassero in aula e per farlo serve garantire il trasporto pubblico locale”, ha concluso.

Le parole di Renzi

Matteo Renzi torna a pungere il premier Giuseppe Conte e il suo governo in un’intervista che ha concesso al Corriere della Sera. “Il primo ministro italiano in Europa ha fatto bene Adesso però bisogna vedere come lavorerà in Italia. A me interessa che gli italiani, più che il governo, superino la crisi. Abbiamo a disposizione una massa di soldi mai vista, una montagna di risorse. Se ci fosse stato Salvini non avremmo mai preso i 209 miliardi di euro. Ciò on basta più perché Conte non può solo rivendicare di averli presi: adesso vanno spesi. Oggi la priorità è spendere bene. E per farlo il governo deve essere concreto: meno annunci, più provvedimenti puntuali per favore. Sono pronto a dare una mano perché la politica del rinvio non basta più: dalla politica industriale alle infrastrutture non possiamo più aspettare. Possiamo farcela, dobbiamo correre”.