Zingaretti: “M5S, chiusura incomprensibile”

Ospite a 'Stasera Italia news' su Rete 4, il leader del Pd Nicola Zingaretti ha fatto il punto sulle regionali.

Nicola Zingaretti parla di Salvini
Nicola Zingaretti parla di Salvini (foto repertorio)

Ospite a ‘Stasera Italia news’ su Rete 4, il leader del Pd Nicola Zingaretti ha fatto il punto sulle regionali. “Se governiamo insieme l’Italia e vogliamo addirittura governarla per 4 anni, non si può neanche teorizzare che è impossibile governare insieme in una Regione”.

Le parole di Zingaretti

Mi rifiuto di accettare che ci sia una predisposizione a non correre insieme nelle Regioni. Per quanto riguarda la Puglia, Emiliano è stato di quei presidenti che da subito ha cercato il dialogo con M5S, per questo trovo incomprensibile la chiusura del Movimento, mentre la situazione in Campania è diversa, perché il governatore uscente De Luca ha avuto presto un rapporto deteriorato con M5S”.

Su Italia Viva

Non è tuto: Zingaretti ha anche commentato il fatto che la riforma delle legge elettorale slitterà ulteriormente dopo luglio e non sarà discussa neanche in commissione. A causare il rinvio il voto di Italia Viva che ha deciso di votare con il centrodestra, nonostante le richieste del PD, del M5S e di LeU. Una scelta che è stata condannata dal Partito Democratico. “Italia Viva ha tradito un patto che avevamo fatto all’inizio una cosa importante della politica è la serietà e mantenere gli impegni presi, siamo impantanati ancora nella situazione in cui ci troviamo. Italia Viva ha cambiato idea negli ultimi dieci giorni. Bisogna cambiare questa legge elettorale pessima che rischia di lasciare diverse forze senza deputati e senatori”.

Il precedente

Il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti, durante il congresso del Pd siciliano a Morgantina (Enna), aveva già puntato il dito contro chi a suo dire stava per distruggere il partito. “Questa è una forza politica che negli ultimi anni è stata rimessa in discussione non solo dalle destre, i nostri avversari, ma che ha subito diverse scissioni. Alcune delle quali, per stessa ammissione di chi le ha provocate avevano come unico obiettivo quello di distruggere il Pd. Oggi possiamo dire che abbiamo vinto noi. Hanno perso loro”. Queste le parole pronunciate, con dei riferimenti abbastanza chiari.