Stato d’emergenza, Conte: “Io come Orbàn? Stupidaggini”

Stato d'emergenza, Conte: "Io come Orbàn? Stupidaggini". Non voglio i pieni poteri, la proroga sarà sottoposta al Parlamento, dice il premier al Fatto

Stato d’emergenza, Conte: “Io come Orbàn? Stupidaggini”. Stato di emergenza che si intende prorogare e polemiche. “Chi evoca il modello Orbàn dice una sonora stupidaggine. Io non ho né voglio pieni poteri. Le elezioni regionali si terranno nella data stabilita. E il Parlamento non è mai stato né sarà mai scavalcato”, dice il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un’intervista al “Fatto”.

Stato d’emergenza, Conte: “Io come Orbàn? Stupidaggini”

“Ho già chiarito che, sulla proroga o meno dello stato di emergenza Covid, abbiamo tempo per decidere sino a fine luglio. – aggiunge Conte – Sarà una decisione collegiale del governo, che verrà poi sottoposta al doveroso passaggio parlamentare con un’ampia discussione pubblica. Questo governo ha dimostrato coni fatti, non a parole, di aver sempre rispettato le Camere, riferendo su ogni decisione e limitando, anche nella fase più acuta dell’emergenza, le misure precauzionali allo stretto necessario, all’insegna dei criteri di adeguatezza e proporzionalità“, sostiene.