Ma su Autostrade Marcucci è morbido: “Da Aspi passi avanti”

Ma su Autostrade Marcucci è morbido: "Da Aspi passi avanti". La decisione dev'essere coerente con l'interesse pubblico, dice il capogruppo Pd al Senato

Ma su Autostrade Marcucci è morbido:
Andrea Marcucci

Ma su Autostrade Marcucci è morbido: “Da Aspi passi avanti”. Conte fa il duro, ma sulla questione Autostrade il Pd continua a voler mediare. “Mi pare che l’ultima proposta depositata da Aspi sia un indubbio passo avanti“, dice Andrea Marcucci in un’intervista a Qn.

Ma su Autostrade Marcucci è morbido: “Da Aspi passi avanti”

E il capogruppo Pd al Senato aggiunge che “se andrà ulteriormente limata, lo dirà il Governo entro martedì. Io mi limito ad un’osservazione: la decisione deve essere coerente con l’interesse pubblico, e non orientata da pregiudizi in un senso o nell’altro senso, come pure ho sentito dire dalla senatrice 5 stelle Lezzi. Tengo a precisare nuovamente che il Pd non ha bloccato il dossier e come si è ampiamente visto la nostra squadra al governo non ha lavorato per rinnovare automaticamente la concessione ai Benetton”.

E c’è anche una frecciata al premier: “Il dossier delle cose non affrontate purtroppo è lungo – continua Marcucci – ma c’è soprattutto un metodo che non mi convince. Se un problema divide la maggioranza, bisogna comunque affrontarlo. Rinviare i problemi non significa risolverli, anzi spesso è il contrario“.