Per la Bonino il governo non fa perché è l’unico modo per non cadere

Per la Bonino il governo non fa perché è l'unico modo per non cadere. Dobbiamo metterci a correre, anche sul Mes, dice la leader di Più Europa

Per la Bonino il governo non fa perché è l'unico modo per non cadere
Emma Bonino

Per la Bonino il governo non fa perché è l’unico modo per non cadere. “Ci dobbiamo mettere a correre e smettere di complicarci la vita. Invece sento dire che non si usa il Mes e che si deciderà a settembre. In compenso si sta pensando a un nuovo scostamento di bilancio quindi a un nuovo debito con interessi più alti. Quale sia la logica mi sfugge. Se non la logica di Palazzo e qui torniamo alla fragilità della maggioranza in particolare al Senato. Sembra che l’unico modo per tenere in piedi il governo sia stare fermi. Con i fondi strutturali è stato fatto un disastro“. Lo dice la leader di Più Europa, Emma Bonino, in un’intervista all’Huffington Post.

Per la Bonino il governo non fa perché è l’unico modo per non cadere

Sulla Fase 2 la paralisi decisionale mi sembra molto avanzata. Non solo su questo kafkiano dibattito sul Meccanismo europeo di stabilità, la cui decisione per l’ennesima volta sarà rinviata a settembre. Ma anche perché non sappiamo utilizzare i soldi. Soldi – sottolinea la senatrice – di cui abbiamo bisogno ma il premier Conte ha accanto a sé una maggioranza fragile. In ogni caso bisogna decidere entro il 15 luglio per il Mes, prima del Consiglio europeo. E il luogo in cui decidere si chiama Parlamento. Il fate presto – conclude la leader di Più Europa – dobbiamo dirlo a noi stessi. L’Europa e la Germania in particolare si è resa conto che per gli interessi suoi bisogna aiutare l’Italia però bisogna anche che l’Italia aiuti se stessa“.