L’ad di Ryanair: Alitalia è un buco nero, ci appelleremo alla Ue

L'ad di Ryanair: Alitalia è un buco nero, ci appelleremo alla Ue. Eddie Wilson se la prende anche contro il divieto di bagaglio a mano: "Folle. Chi l'ha pensato non conosce il trasporto aereo"

L’ad di Ryanair: Alitalia è un buco nero, ci appelleremo alla Ue. “Faremo sicuramente ricorso alla Ue“, annuncia Eddie Wilson, ad di Ryanair, che ha sostituito Michael O’Leary (diventato ad di tutto il gruppo), in un’intervista al Corriere della Sera, in cui affronta l’infinita telenovela Alitalia. Il mercato italiano? Wilson risponde che “rischia di essere problematico a causa dei 3 miliardi stanziati per rilanciare Alitalia: soldi che il governo vorrebbe prendere dalle altre compagnie alzando l’addizionale comunale sui diritti d’imbarco e che finirebbero per far aumentare il costo dei biglietti“.

L’ad di Ryanair: Alitalia è un buco nero, ci appelleremo alla Ue

Ryanair è contro Alitalia? “Non abbiamo problemi con Alitalia, ma è un buco nero che ha già inghiottito 12 miliardi e che deve competere in modo onesto“. E così Wilson replica alla compagnia aerea italiana, che accusa Ryanair di volare grazie a milioni di euro in incentivi elargiti dagli aeroporti: “E perché non partecipano anche loro a schemi di agevolazione? Perché hanno costi operativi così alti che non riuscirebbero a essere competitivi con le nostre tariffe. Alitalia ha aerei sbagliati, frequenze sbagliate e modello di business sbagliato“.

Wilson se la prende tra l’altro anche con il divieto del bagaglio a mano, che definisce “folle” perché “espone i passeggeri a un maggiore rischio di contagio”: “Rispettiamo la decisione, ma sembra una norma pensata da persone che non sanno come funziona il trasporto aereo“. Insomma, “ci devono spiegare sulla base di quale studio scientifico l’Enac abbia preso questa decisione”.