Toti: il problema non è il Mes, ma la nostra incapacità di spendere

Toti: il problema non è il Mes, ma la nostra incapacità di spendere. Già oggi ci sono 120 miliardi di investimenti fermi, dice il governatore della Liguria

Toti: il problema non è il Mes, ma la nostra incapacità di spendere. “Va bene il Mes, ben venga. Così come il Recovery fund, l’emissione ordinaria e straordinaria di buoni del tesoro. Però mi fa impressione un Paese che discute su come aumentare il debito, cosa che oggi credo sia doverosa, ma non si premura affatto di capire come spendere le possibili risorse“.

Toti: il problema non è il Mes, ma la nostra incapacità di spendere

A dirlo è il governatore della Liguria Giovanni Toti (Fi) in un’intervista al Corriere della Sera in cui prosegue: “Non temo l’arrivo di troike, ho paura della troika che è in noi stessi. Già oggi abbiamo fermi tra ministeri, bollinature ed enti vari qualcosa come 120 miliardi“. Parlando del dl semplificazioni, “eravamo il Paese che ha costruito 800 chilometri di Autostrada del Sole in 5 anni e siamo diventati quello in cui per aprire un cantiere pubblico servono dai 6 agli 8 anni. Per questo credo che la discussione più urgente sia quella su come spendere bene le risorse che arriveranno con il Mes e in altri modi“, sottolinea. Quanto al centrodestra “Salvini, che resta il leader anche oggi che i sondaggi sono in calo, deve assumersi la responsabilità di costruire quel centrodestra del terzo millennio che ancora non c’è, quella Terza Repubblica che ancora non c’è”, sostiene Toti. “Nei rapporti internazionali, nel posizionamento economico, nel costruire un progetto di Paese che non sia velleitario. Infilandosi jeans e maglietta è riuscito a entrare tra la gente. Ora si metta giacca e cravatta e si sieda davvero ai tavoli dell’economia, della cultura, della complessità. Per costruire un progetto d’Italia che non guardi soltanto ai mal di pancia ma alle speranze di crescita“.