Mastella: “Io trasformista? Il governo col M5S l’ha fatto Salvini…”

Mastella: "Io trasformista? Il governo col M5S l'ha fatto Salvini...". Non è un'aquila, a Benevento lo prenderò a pernacchie, dice del leader leghista il sindaco della città del Sannio

Mastella:
Clemente Mastella

Mastella: “Io trasformista? Il governo col M5S l’ha fatto Salvini…”. Ancora schermaglie tra Matteo Salvini e Clemente Mastella, tornato col centrosinistra, ovvero con Vincenzo De Luca. “Che le posso dire, lui ha una avversione verso di me: ma non è colpa nostra se noi siamo la storia e lui è la cronaca”, dice intervistato da Il Mattino il sindaco di Benevento, in risposta al leader della Lega che nel giorno dell’investitura di Stefano Caldoro a candidato del centrodestra alla Regione lo ha attaccato di nuovo.

Mastella: “Io trasformista? Il governo col M5S l’ha fatto Salvini…”

”Lui – spiega – ha dei criteri e delle regole di comportamento che non mi toccano e non mi appartengono per stile e cultura: per me resta un avversario. L’ho conosciuto durante il mandato di europarlamentare. Non è un’aquila, come volatile vola molto basso. Chiarito questo, mi attacca dicendo che sono anziano perché non sa dire altro”. E ancora: ”Salvini non è un leader vero è un teatrante che non ha nulla, non ha presenza scenica e non sa nulla della dimensione napoletana e campana e quindi cerca di fare a cazzotti con me. Mi meravigliano molto quelli che lo votano”. E sul fatto che il leader della Lega abbia detto che verrà a Benevento e non solo a prendere voti dichiara: ”lo appartengo alla fiera stirpe dei sanniti, lo accoglierò alle forche caudine con una grossa e sonora pernacchia”. ”Sono accusato spesso – ricorda Mastella – di essere uno che passa di qui e di là continuamente. Non credo che le cose stiano così e in ogni caso ho fatto una lunga quarantena politica. Quanto a Salvini pensasse ai guai che ha in casa”.

”Lui – dichiara – ha formato un governo in maniera immorale: è stato eletto nel centrodestra e ha fatto l’alleanza con il M5S per fare il ministro dell’Interno e il vicepremier: e sarei io quello che passa continuamente da un lato all’altro?”. Infine sul governatore della Campania De Luca che fino a 4 mesi fa sembrava un peso per il Pd e oggi invece è un intoccabile dice: ”C’è una forma di riconciliazione tra il Pd e De Luca, diciamo che il Pd è stato costretto a riconciliarsi. Prima del Coronavirus le cose stavano diversamente, oggi De Luca è una risorsa anche a livello nazionale e non più un peso”.