Conte: “Bisogna reinventare il Paese”

Il premier Giuseppe Conte ha parlato alla chiusura degli Stati generali.

Il premier Giuseppe Conte ha parlato alla chiusura degli Stati generali. “I lavori sono stati molto intensi, non ci siamo chiusi ma ci siamo aperti alla società civile. Ci siamo confrontati con commercio, sindacati, imprese, aziende, banche, spettacolo e tanti cittadini. Il clima è stato proficuo, intenso. Abbiamo toccato con mano i problemi ma ci è stata restituita tanta energia e abbiamo toccato con mano anche tanto genio italico e resilienza”.

Le parole di Conte

Non ci sono state passerelle, qui abbiamo lavorato senza risparmiarci. E’ sfilato un Paese intero. E quanto alla sede, abbiamo scelto la bellissima cornice istituzionale di Villa Pamphili perché della bellezza dell’Italia non dobbiamo vergognarci ma anzi la dobbiamo mettere in mostra davanti al mondo intero. Non è sufficiente riformare il Paese ma occorre reinventarlo. Ci attende una sfida troppo impegnativa per accontentarci di qualche semplice riforma”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.