Mattarella: “Magistratura recuperi fiducia”

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione di una cerimonia al Quirinale per ricordare il quarantesimo anniversario dell'uccisione dei magistrati Nicola Giacumbi, Girolamo Minervini, Guido Galli, Mario Amato e Gaetano Costa e il trentesimo dell'omicidio di Rosario Livatino ha lanciato un appello. "La magistratura recuperi credibilità e fiducia dei cittadini".

Mattarella:
Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione di una cerimonia al Quirinale per ricordare il quarantesimo anniversario dell’uccisione dei magistrati Nicola Giacumbi, Girolamo Minervini, Guido Galli, Mario Amato e Gaetano Costa e il trentesimo dell’omicidio di Rosario Livatino ha lanciato un appello. “La magistratura recuperi credibilità e fiducia dei cittadini”.

Le parole di Mattarella

Nel nostro Paese c’è costantemente bisogno di garantire il rispetto della legalità. Anche per questo la magistratura deve necessariamente impegnarsi a recuperare la credibilità e la fiducia dei cittadini. La documentazione raccolta dalla Procura della Repubblica di Perugia sembra presentare l’immagine di una magistratura china su stessa, preoccupata di costruire consensi a uso interno, finalizzati all’attribuzione di incarichi. Questo fenomeno si era disvelato nel momento in cui il Csm è stato chiamato, un anno addietro, ad affrontare quanto già allora emerso. Quel che è apparso ulteriormente fornisce la percezione della vastità del fenomeno allora denunziato. Fa infine intravedere un’ampia diffusione della grave distorsione sviluppatasi intorno ai criteri e alle decisioni di vari adempimenti nel governo autonomo della Magistratura”.