Stati generali, Berlusconi: “Perdita di tempo a uso dei media”

Stati generali, Berlusconi: "Perdita di tempo a uso dei media". E Salvini è vittima di uno sconfinamento della giustizia in politica, dice il Cav a Mattino 5

Stati generali, Berlusconi: “Perdita di tempo a uso dei media”. “Io credo che sia parere di quasi tutti coloro che sono intervenuti che c’è stato un vero e proprio sconfinamento” della giustizia nel campo della politica. Lo sostiene Silvio Berlusconi, a Mattino 5 su Canale 5, a proposito delle vicende giudiziarie di Matteo Salvini. E la ragione, a suo dire, è che “Salvini al tempo era ministro e obbediva a un imperativo categorico dovuto alla sua funzione di ministro dell’Interno”.

Stati generali, Berlusconi: “Perdita di tempo a uso dei media”

Quanto alla più stretta attualità, il centrodestra ha deciso di non partecipare agli Stati generali voluti dal premier Conte. “Noi non volevamo perdere tempo con una passerella destinata ai giornali e alle tv, – argomenta il presidente di Forza Italia – gli italiani non hanno tempo da perdere perché sono alle prese con una crisi sempre più grave e hanno bisogno di interventi immediati. Noi avevamo messo a disposizione le nostre idee e competenze, le esperienze passate, le relazioni internazionali per aiutare non il governo ma l’Italia ma ci aspettavamo di condividere scelte, non passerelle”. E’ per questo che, prosegue, “presto presenteremo un nostro piano di riforma dello Stato”.