Le preoccupazioni di Salvini: “Scade l’appalto per 5mila taser”

Le preoccupazioni di Salvini: "Scade l'appalto per 5mila taser". Buttare giù le statue? E' cretinismo, dice il leader della Lega a Rtl 102.5

Salvini: togliere patria potestà a genitori rom che non mandano figli a scuola
Matteo Salvini

Le preoccupazioni di Salvini: “Scade l’appalto per 5mila taser”. Giorni di manifestazioni e tensioni dopo la morte di George Floyd in tutto il mondo, Italia inclusa. Giorni di statue assaltate e contestate. “Questo è cretinismo, non antirazzismo, di benpensanti e radical chic”. Così Matteo Salvini, a Rtl 102.5, commenta la vicenda della statua di Indro Montanelli imbrattata a Milano.

Le preoccupazioni di Salvini: “Scade l’appalto per 5mila taser”

Poi chiama in causa l’esecutivo che, secondo il leader della Lega, avrebbe dovuto esprimersi: “Il governo non ha speso una parola… Beh, è impegnato in villa a Roma. Io posso dire, da ex ministro dell’Interno, che nessuno è legittimato ad abusare della forza e faccio una riflessione su casa nostra: scade la gara di appalto per 5 mila taser. Chiedo che entrino in dotazione prima possibile, sarebbero un aiuto per le forze ordine e per evitare drammi come quelli negli Usa”, sostiene Salvini. La sperimentazione dei taser per le forze dell’ordine era partita nel settembre del 2018, proprio quando Salvini era al Viminale.