Secondo Toninelli i decreti del governo “pongono le basi per la ripresa”

Secondo Toninelli i decreti del governo "pongono le basi per la ripresa". E per il senatore M5S quei provvedimenti incorporano già il piano Colao

Secondo Toninelli i decreti del governo “pongono le basi per la ripresa”. “Nonostante il Covid, l’Italia sta in piedi. E non era scontato né dal punto vista sanitario, né dal punto di vista economico. I decreti rilancio e liquidità e il cura Italia pongono le basi della ripresa. Il chiacchiericcio fa male”.

Secondo Toninelli i decreti del governo “pongono le basi per la ripresa”

E’ la sintesi del momento, contraddistinto dai tanti danni portati dalla pandemia, di Danilo Toninelli. Il senatore M5S parla su Rai Radio1, all’interno di Radio anch’io condotto da Giorgio Zanchini. Sulla situazione politica e i tanti (vacui) appelli all’unità l’ex ministro delle Infrastutture dice: “Ci vuole la volontà, la serietà, l’onestà intellettuale. Se fosse confermato dall’Eurosummit e dovessero arrivare quei 170 miliardi, di cui 80 a fondo perduto, ci sarebbero le basi per la ripresa. E chi ha votato contro quel provvedimento, e viene in Italia a dire che il Governo non fa abbastanza, sta mentendo agli italiani.”

Poi Toninelli ribadisce: “Penso che a questo governo non ci sia alternativa. L’opposizione sta investendo sulle fake news e sulla propaganda. La presenza del M5S è la garanzia che quei soldi arriveranno alla famiglie e alle imprese”, sostiene. Quanto infine al piano Colao, secondo Toninelli sarebbe “già integrato nel cura Italia, nel decreto rilancio e liquidità, andiamo avanti.”