Sala: “Io al Governo? No, resto a Milano”

Giuseppe Sala, a 'Otto e mezzo', ha declinato l'invito a entrare nel Governo nel caso glielo chiedesse il premier Conte.

Sala a capo della task force per la ripresa post-Coronavirus
Foto: Twitter

Giuseppe Sala, a ‘Otto e mezzo’, ha declinato l’invito a entrare nel Governo nel caso glielo chiedesse il premier Conte. “No, io devo completare il lavoro a Milano. La ripresa deve partire da Milano, vedo già dei segni, vedo però un percorso molto difficile e quindi è necessario e sono ben felice di essere il sindaco di Milano e rimanere a fare il sindaco”.

Le parole di Sala

Il mio giudizio fino ad oggi di Conte è buono. Dobbiamo attribuire a Conte i meriti che ha perché se siamo qua molto dipende anche dal governo, mi pare che abbia annunciato i temi giusti. Mi rimane una curiosità: quando dice convocherò a Palazzo Chigi le varie parti sociali per parlare del piano di sviluppo del Paese lo farà avendo già un piano in tasca da discutere con le parti sociali o vorrà costruirlo insieme? Io credo e spero abbiano già una traccia di piano, se no rischia di diventare un brainstorming”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.