2 giugno, Ippolito bombarda l’assembramento di Salvini-Meloni: “Irresponsabili”

2 giugno, Ippolito bombarda l'assembramento di Salvini-Meloni: "Irresponsabili". Il direttore scientifico dello Spallanzani si chiede chi e perché ha autorizzato le manifestazioni del centrodestra e del generale Pappalardo

2 giugno, Ippolito bombarda l’assembramento di Salvini-Meloni: “Irresponsabili”. Per Giuseppe Ippolito quella di ieri è stata ”una mancanza di rispetto e responsabilità”. Il direttore scientifico dell’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma, in un’intervista a Il Fatto Quotidiano, così definisce le due manifestazioni di piazza del Popolo, tanto la sfilata tricolore di FdI e Lega contro il governo Conte, quanto il sit-in dei gilet arancioni di Antonio Pappalardo, “che – sottolinea – sostengono che il Covid sia tutta un’invenzione”.

Ippolito bombarda l’assembramento di Salvini-Meloni: “Irresponsabili”

”Capisce che già chi sostiene una cosa del genere non ha cognizione di ciò che è accaduto negli ultimi mesi” rimarca Ippolito, che sul pericolo portato dal flash mob avverte: “E’ una situazione molto rischiosa. Non abbiamo dati sui presenti, ma di certo è stata una grossa mancanza di responsabilità in un momento in cui i dati ci danno conforto. Non dobbiamo abbassare la guardia”.

“So che c’era stata una richiesta di attenzione alle prefetture, una sensibilizzazione per evitare assembramenti. Ma non sono in grado di dire chi e sulla base di quali criteri le manifestazioni siano state autorizzate. – prosegue Ippolito – Posso solo ricordare che uno come Boris Johnson ha dato disposizione di evitare assembramenti con più di 6 persone. Qui invece non mi pare si sia data una grande prova di rispetto”.