Gualtieri: “Fca, è un prestito, non un regalo”

Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri parlando a 'Quarta Repubblica' del caso Fca ha sottolineando che si tratta di "un prestito, non un regalo. Ho chiesto a Fiat Italia impegni aggiuntivi oltre a quelli già stringenti del decreto".

Dl aprile Gualtieri
Foto: Twitter

Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri parlando a ‘Quarta Repubblica’ del caso Fca ha sottolineando che si tratta di “un prestito, non un regalo. Ho chiesto a Fiat Italia impegni aggiuntivi oltre a quelli già stringenti del decreto”.

Le parole di Gualtieri

E’ una notizia che ha acceso un importante dibattito sulla legittimità e l’opportunità da parte dello Stato italiano di introdurre condizionalità per l’accesso ad alcune delle misure di sostegno alle imprese o di facilitazione dell’accesso alla liquidità che sono state introdotte a seguito del Coronavirus. La posizione del governo a questo riguardo è molto chiara. Di fronte a un’emergenza economica come quella attuale la priorità non può che essere quella di aiutare il sistema produttivo ad assorbire lo shock. È altrettanto evidente che, per gli interventi più corposi, è giusto che lo Stato preveda delle condizioni. E vincoli il proprio sostegno a precise garanzie nei confronti del paese e della collettività nel quadro di un disegno di politica industriale e di una visione sul futuro del sistema produttivo”.