Calenda: “Fca, vietare i dividenti fino al rimborso”

In un'intervista al Corriere della Sera Carlo Calenda, leader di Azione, ha detto la sua sul caso Fca.

In un’intervista al Corriere della Sera Carlo Calenda, leader di Azione, ha detto la sua sul caso Fca. “Sono pienamente d’accordo a garantire il finanziamento ai soci. Gli Elkann devono rinunciare alla distribuzione di dividendi per la durata del finanziamento”.

Le parole di Calenda

Se da un lato è doveroso aiutare un’impresa a pagare stipendi e fornitori, dall’altro non è invece affatto accettabile che uno Stato indebitatissimo fornisca una garanzia per consentire a una capogruppo, che ha la liquidità, di usarla per pagare maxi dividendi all’estero ai soci. La capogruppo ha 28.5 miliardi di mezzi propri con cash flow in peggioramento. Pertanto da questo punto di vista sarebbe perfettamente in grado di garantire un prestito da 6,3 miliardi ad una sua controllata o, ancora meglio, mettere equity in appoggio a una nuova linea, ma ciò metterebbe a rischio la distribuzione del maxi dividendo di 5,5 miliardi previsto per il 2021″.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.