Rimpasto? No, perché secondo D’Incà “Conte lavora al meglio”

Rimpasto? No, perché secondo D'Incà "Conte lavora al meglio". E il Cdm "trova sempre la quadra", aggiunge il ministro per i Rapporti con il Parlamento

Mes D'Incà:
Federico D'Incà

Rimpasto? No, perché secondo D’Incà “Conte lavora al meglio”. “Vedo i giornali parlare spesso di variazioni nel Governo e possibili rimpasti. Io vedo sempre un Consiglio dei Ministri molto unito, un presidente, Conte, che sta lavorando al meglio“, dice a Start, su Sky Tg24, il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, commentando i retroscena su ipotetici rimpasti. “Chiaramente – dice – ci sono idee e sensibilità diverse, più gruppi parlamentari, ma vedo che al termine delle discussioni si riesce sempre a trovare la quadra”.

Rimpasto? No, perché secondo D’Incà “Conte lavora al meglio”

Così “i passi successivi al decreto Rilancio – sostiene d’Incà – sono il decreto sulle semplificazioni e poi continuare con grandissima forza la nostra visione a livello europeo, con il Recovery fund, con i fondi per la ripresa. Siamo concentrati sul fare: far terminare l’epidemia, raggiungere il momento in cui potremo avere un vaccino, l’Italia deve essere tra i paesi che per primi potranno utilizzare questo vaccino, e dall’altra parte cambiare l’Europa in meglio. Le polemiche le lasciamo ai professionisti della polemica, noi cerchiamo di fare il bene del Paese”, conclude.