Coronavirus, accordo Macron-Merkel: “500 miliardi per la ripartenza, da prendere da bilancio Ue”

Coronavirus, accordo Macron-Merkel:
Coronavirus

Dopo la crisi provocata dal Coronavirus, Berlino e Parigi avanzano un piano per una ripartenza econonomica: è pari a 500 miliardi la cifra che è emersa nel corso di una videoconferenza che ha visto protagonisti Emmanuel Macron e Angela Merkel.

Le parole di Angela Merkel sul piano per fronteggiare l’emergenza Coronavirus

Nel corso di una videoconferenza, Berlino e Parigi hanno messo a punto un piano di ricostruzione dopo la crisi provocata dall’emergenza Coronavirus.

La Cancelliera Angela Merkel ha spiegato: “Germania e Francia sono d’accordo su un piano temporaneo da 500 miliardi di euro che vengano dalle spese del bilancio dell’Ue, quindi non prestiti, a disposizione delle regioni e dei settori più colpiti dalla pandemia. Si tratta di uno sforzo straordinario e unico che ha come obiettivo la coesione dell’Europa“.

Sempre la Cancelliera ha spiegato che “il Recovery Fund deve dare un contributo decisivo perché l’Europa esca rafforzata e solidale dalla crisi del coronavirus”.

Il commento Di Macron

Dopo il vertice ha parlato anche Macron, il quale ha ribadito che il piano di 500 miliardi dovranno essere rimborsati, non dai destinatari del prestito ma dagli Stati membri.

Macron ha poi aggiunto: “La nostra volontà è di dotare l’Europa di competenze molto concrete in materia di sanità, con stock comuni di mascherine e test, capacità di acquisti comuni e coordinati per cure e vaccini, piani di prevenzione condivisi delle epidemie, metodi comuni per individuare i casi”. 

Macron ha ribadito la necessità di una sorta di “sovranità” europea, che permetta di dotare l’Ue di una “autonomia strategica” di fronte ad altre potenze mondiali, così da poter fronteggiare le future sfide. In particolare, il Presidente francese ha richiesto un’autonomia industriale dell’Europa, a cominciare dal settore della salute e quello farmaceutico.