Migranti, Crimi: “Nessuna sanatoria, quella la fece la Lega”

Migranti, Crimi: "Nessuna sanatoria, quella la fece la Lega". Secondo il capo politico dei 5 Stelle il compromesso trovato nel governo avrebbe sventato la regolarizzazione del capolarato

Migranti, Crimi: “Nessuna sanatoria, quella la fece la Lega”. Il giorno dopo la tesa battaglia nel governo sulla regolarizzazione dei clandestini che lavorano in agricoltura c’è da respirare, rimettere insieme le idee, rispondere all’elettorato. E all’opposizione.

Migranti, Crimi: “Nessuna sanatoria, quella la fece la Lega”

Sentito da Rainews24 il capo politico del M5S Vito Crimi la racconta così: “Rispetto a domenica c’è stato un elemento che ha cambiato l’approccio: nel testo originale c’era una norma che prevedeva l’estinzione dei reati penali e amministrativi quando si riemerge dal nero, ma non diceva se si estinguevano anche i reati di sfruttamento e caporalato. Questo ora non c’è più: questi reati non saranno mai nè sospesi nè estinti, per noi era un punto fondamentale se no era gettare la spugna nella lotta al caporalato”. Dunque narrazione grillina della lotta all’illegalità salva. Quanto al centrodestra, la replica è cattivella: “Berlusconi e Salvini parlano di sanatoria? Guardino nel loro passato, una sanatoria l’ha fatta Maroni, questa è una regolarizzazione del lavoro” afferma Crimi sostenendo che “qui non c’è una regolarizzazione indiscriminata, al centro c’è il lavoro, abbiamo superato le bandierine ideologiche”.