Meloni contro Bellanova, e Calenda le dice: “Giorgia, cuore duro cervello tenero”

Meloni contro Bellanova, e Calenda le dice: "Cuore duro cervello tenero". Il botta e risposta va in scena sulle lacrime del ministro delle politiche agricole

Meloni contro Bellanova, e Calenda le dice: “Cuore duro cervello tenero”. Meloni irride Bellanova, e Calenda le dice: “Cuore duro cervello tenero”. Le lacrime del ministro delle politiche agricole Teresa Bellanova ad avvenuta regolarizzazione degli immigrati hanno scatenato l’opposizione. Giorgia Meloni commenta così la cosa sul suo account Fb: “Centinaia, forse migliaia di italiani in queste settimane hanno pianto, magari di notte, di nascosto dai loro figli, schiacciati dalla disperazione per aver perso tutto, o per timore di perdere tutto. Aspettando un aiuto che non è arrivato mai. Stasera il Ministro Bellanova si è commossa. Ma per la regolarizzazione degli immigrati. Io sinceramente sono basita“.

Meloni contro Bellanova, e Calenda le dice: “Cuore duro cervello tenero”

Ma interviene il leader di Azione Carlo Calenda, sempre puntuto verso la Meloni, che con Bellanova ha lavorato nei governi Renzi e Gentiloni (era ministro per lo Sviluppo, lei la sua sottosegretaria), e condividendo quel post della leader di Fdi lo condisce con queste parole, sue: “Cara Giorgia, Teresa Bellanova ha passato 5 anni di nottate sui tavoli di crisi per salvare operai e imprese, risolvendo circa 80 crisi industriali. Tu hai mai fatto qualcosa di vagamente simile? Puoi commuoverti per il dolore degli ultimi, siano essi italiani o stranieri. Puoi essere contrario alla sanatoria senza irridere la commozione di una donna che è stata ultima. E se non comprendi ciò non potrai prenderti cura di nessuno, neanche degli italiani perché non sai cosa sia la cura. Hai un cuore duro. E come diceva Chesterton ‘cuore duro cervello tenero’.”