E Sala se la prende con l’assembramento per Silvia Romano

E Sala se la prende con l'assembramento per Silvia Romano: "Impressionante, ma le regole valgono per tutti"

Coronavirus, Sala:
Giuseppe Sala

E Sala se la prende con l’assembramento per Silvia Romano. Gli assembramenti sono ancora vietati perché pericolosi. Norma ritenuta così importante che talvolta viene applicata con durezza inflessibile. Ma a volte gli assembramenti vanno in scena comunque e nulla succede. Di norma è così quando c’è di mezzo la politica.

E Sala se la prende con l’assembramento per Silvia Romano

“Ieri, a proposito dell’arrivo di Silvia Romano” a Milano, “la regola” di non creare assembramenti e di mantenere la distanza dalle altre persone” non è stata rispettata, “l’assembramento era impressionante. Non ci sono assembramenti di serie A e assembramenti di serie B“, dice il sindaco di Milano Giuseppe Sala, commentando la folla di fotografi, cronisti e operatori tv che hanno accolto l’arrivo della cooperante rapita in Kenya rientrata nella sua abitazione. “Mi sarebbe piaciuto vedere un po’ oggi sui quotidiani anche una stigmatizzazione del comportamento di giornalisti e foto operatori“, ha aggiunto Sala nel video che ogni giorno posta sulle sue pagine social. D’altra parte, dopo la sua sfuriata sui Navigli, non poteva far finta di nulla. Ma in Italia, si sa, le regole valgono soprattutto per gli altri.