Boccia: “Rischio focolai nei luoghi di lavoro”

All'Adnkronos il ministro agli Affari regionali Francesco Boccia mette tutti sul chi va là. "A chi dice 'aprite, aprite, aprite' rispondo sì, ma in sicurezza. I prossimi focolai potrebbero essere nei luoghi di lavoro, il rischio c'è, mentre nella prima fase lo erano stati gli ospedali e le Rsa, dove ora invece c'è sicurezza massima".

Fase 2, Boccia contro Santelli:
Francesco Boccia

All’Adnkronos il ministro agli Affari regionali Francesco Boccia mette tutti sul chi va là. “A chi dice ‘aprite, aprite, aprite’ rispondo sì, ma in sicurezza. I prossimi focolai potrebbero essere nei luoghi di lavoro, il rischio c’è, mentre nella prima fase lo erano stati gli ospedali e le Rsa, dove ora invece c’è sicurezza massima”.

Le parole di Boccia

Ecco perché serve prudenza e occorre poter ripartire garantendo la massima sicurezza nei bar, ristoranti, centri estetici, ad esempio, prima di farli ripartire. Massima sicurezza per clienti e lavoratori, naturalmente. Meglio qualche giorno in più ma far le cose per bene, e non tornare indietro per farle in fretta, come avvenuto in altri Paesi europei. Come è accaduto sempre finora i protocolli verranno sottoposti al vaglio delle parti sociali dal premier. Per noi ha senso agire così: fare le cose per bene, nel confronto e col tempo necessario”.