Oggi dall’Eurogruppo via libera al Mes senza condizioni

Oggi dall'Eurogruppo via libera al Mes senza condizioni. L'unica condizionalità, già nota, è che il credito sia usato per spese sanitarie o parasanitarie

Recovery Fund, Gentiloni:
Paolo Gentiloni

Niente richieste di aggiustamenti macroeconomici, nessuna sorveglianza rinforzata né missioni ad hoc per controllare la situazione dei bilanci dei Paesi che richiederanno di attivare le linee di credito del Mes. Ma solo, com’è noto da tempo, un monitoraggio da parte della Commissione che dovrà controllare che i finanziamenti vadano a spese sanitarie, dirette e indirette. E’ questa l’intesa che i ministri delle Finanze della Ue firmeranno nella riunione dell’Eurogruppo in programma per oggi pomeriggio in videoconferenza, dando disco verde al primo pacchetto di misure economiche che dovrebbero entrare in vigore a giugno.

Oggi dall’Eurogruppo via libera al Mes senza condizioni

La conferma che l’attivazione del Fondo Salva Stati non comporterà alcuna condizionalità eccetto quella legata alle spese sanitarie è arrivata ieri direttamente dalla Commissione: i commissari europei Valdis Dombrovskis e Paolo Gentiloni hanno inviato una lettera al presidente dell’Eurogruppo, il portoghese Mario Centeno, per chiarire che Bruxelles non intende chiedere ai governi alcun tipo di controllo ulteriore sui conti o interventi per ridurre il debito. Insomma, lo spettro della ‘Troika in stile Grecia’, più volte evocato soprattutto dagli euroscettici, pare essersi volatilizzato.

L’attivazione delle linee di credito del Mes da parte dei paesi che la chiederanno per fronteggiare la crisi legata al coronavirus non andrà a implicare un controllo ulteriore da parte della Commissione, fatta salva la verifica standard legata al Semestre europeo, hanno detto Gentiloni e Dombrovskis. E questo perché le linee di credito saranno eventualmente attivate per far fronte alle spese sanitarie dirette e indirette legate alla pandemia: un meccanismo nuovo rispetto a quello al quale era legato il canonico Mes che fu usato non solo dalla Grecia, ma anche da Spagna, Portogallo, Irlanda e Cipro.