Salvini: “Non chiediamo miracoli ma un piano”

Matteo Salvini è davvero rimasto di notte in Senato.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Matteo Salvini è davvero rimasto di notte in Senato. “Invece di andare a nanna come tutti gli altri, i senatori della Lega staranno nel luogo di lavoro finché il governo non darà tempi certi su cassa integrazioni, sui 600 euro… dopo 50 giorni chiusi in casa non bastano più le parole del presidente del Consiglio”.

Le parole di Salvini

Non chiediamo miracoli ma un piano: tempi e garanzie. Chiediamo che Conte venga in Aula e spieghi come si potrà lavorare in sicurezza. Non è disobbedienza, stiamo qui rispettando le misure di sicurezza. Rispettiamo le istituzioni ma pretendiamo che le istituzioni rispettino voi. Dopo 50 giorni, anche basta. Ora lo Stato restituisca fiducia agli italiani. Come si fa a festeggiare il Primo Maggio? Ma che festa dei lavoratori è quest’anno? Non si può aspettare l’Europa o il ministro che dice; ‘abbiate pazienza, la cassa integrazione arriverà’. E il Primo maggio saremo qui ad offrirvi un grande piano. Un piano che offriamo anche al governo. Proposte concrete. Non ci muoviamo da qui, dal Senato che è il nostro luogo di lavoro”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.