Emiliano: “Chi torna in Puglia, dovrà restare a casa”

In un’intervista a la Repubblica il governatore pugliese Michele Emiliano si rivolge ai propri concittadini pugliesi che vivono stabilmente al Nord e che potrebbero rientrare.

In un’intervista a la Repubblica il governatore pugliese Michele Emiliano si rivolge ai propri concittadini pugliesi che vivono stabilmente al Nord e che potrebbero rientrare. “Milano, si sa, è la seconda città della Puglia dopo Bari. Per questo chiediamo ai nostri fratelli di usare la testa e il cuore prima di muoversi. Deve essere davvero indispensabile. La norma lo consente. Ma chi torna, dovrà restare a casa, a giusta distanza dai familiari, per 14 giorni”.

Le parole di Emiliano

Duecento dei 35 mila rientrati erano positivi. E dunque hanno acceso altrettanti focolai. Se non avessimo imposto loro la quarantena sarebbe stato un disastro. Chiedo a tutti ora un sacrificio per evitare di vanificare gli sforzi di questi mesi. C’è anche il tema turismo: abbiamo 900 chilometri di costa, dobbiamo trovare una maniera per ospitare chi vuole venire a goderseli. Orima si allenta questa situazione e meglio è. Ma bisogna farlo con approccio scientifico. La strada tracciata dal presidente Conte mi sembra quella giusta”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.