Alitalia, ora Forza Italia dice no alla nazionalizzazione

Alitalia, ora Forza Italia dice no alla nazionalizzazione: "Vendetela ai privati"

Alitalia, ora Forza Italia dice no alla nazionalizzazione
Aerei Alitalia a Milano - foto da Fb Milano Plane Spotter

Alitalia, ora Forza Italia dice no alla nazionalizzazione. Nel silenzio che avvolge l’opaca situazione della (ex?) compagnia di bandiera batte un colpo Fi. “La goffa audizione di oggi alla Camera del commissario straordinario Alitalia, Giuseppe Leogrande, è lo specchio di un’azienda pericolosamente allo sbando”.

Alitalia, ora Forza Italia dice no alla nazionalizzazione

Così scrivono in una nota, i deputati di Fi in commissione Trasporti a Montecitorio Giorgio Mulé, Roberto Rosso, Antonio Pentangelo, Diego Sozzani e Federica Zanella. “Con l’aggravante che, a volere il caos, è il governo interessato costi quel che costi (ai contribuenti) a nazionalizzare la compagnia piuttosto che a ricercare una soluzione di mercato. – proseguono -Incalzato dalle domande e dalle proteste di Forza Italia, l’imbarazzato Leogrande è stato costretto ad ammettere che sono ben tre le manifestazioni di interesse avanzate da gruppi privati e mai seriamente approfondite. Ma è nulla questa enormità rispetto al generale atteggiamento anguilloso (per usare un suo termine), tenuto dal commissario per evitare di dare risposte. Una figura, quella di Leogrande, talmente inadatta a ricoprire questo ruolo per volere del M5S, che perfino i gruppi del Pd e di Italia Viva ne hanno denunciato a gran voce l`inadeguatezza. Forza Italia ha smascherato oggi alla Camera una manovra indecente del governo che va fermata: la nazionalizzazione ad ogni costo (per i cittadini, ripetiamo) di Alitalia. Non lo permetteremo“, concludono.

Ma è pressoché certo che ben poco potranno fare per impedirlo. Anche perché, per dovere di cronaca, va detto che rispetto all’eterno equivoco sul destino di Alitalia (una strana azienda che non può fallire né pesantemente ridimensionarsi, né quando è pubblica e neppure quando è privata) nessun partito che sia stato al governo negli ultimi 15 anni può permettersi di salire sul pulpito.