Per Razzi Kim Jong Un “è vivo, e lo aspetto in Abruzzo”

Per Razzi Kim Jong Un "è vivo, e lo aspetto in Abruzzo" perché si rimetta con "arrosticini e Montepulciano"

Per Razzi Kim Jong Un “è vivo, e lo aspetto in Abruzzo”. Il presidente della Corea del Nord Kim Jong-un ”sta bene” mentre le foto del cadavere sono ”un fotomontaggio, lo capisce anche un bambino”. E’ sicuro che Kim Jong-un sia ”vivo” l’ex senatore di Forza Italia Antonio Razzi, che in un’intervista al Quotidiano Nazionale afferma che ”se doveva farsi un intervento al cuore avrà pure diritto a una serena convalescenza”. Ed è proprio nella fase post operatoria che lo invita in Abruzzo, ”ci facciamo gli arrosticini di pecora e un Montepulciano d’annata. Si rimetterebbe in forma”.

Per Razzi Kim Jong Un “è vivo, e lo aspetto in Abruzzo”

Quanto invece a una possibile successione da parte della sorella, Kim Yo Jong, Razzi la descrive come ”una ragazza intelligente, ma senza Kim il processo di avvicinamento con la Corea del Sud rallenterebbe. Perché lui è superuomo di pace. L’ho capito la prima volta che l’ho visto. Dal sorriso, dall’espressione degli occhi”, sostiene. E rispetto al rapporto tra Roma e Pyongyang, Razzi assicura che ”la Corea del nord è nazione amica che adora l’Italia”. Anche se da quelle parti non hanno ancora provato gli arrosticini.