Per Sassoli Salvini e Meloni “parlano a vanvera”

Per Sassoli Salvini e Meloni "parlano a vanvera". E il loro obiettivo è distruggere la Ue, dice il presidente dell'europarlamento a Repubblica

Per Sassoli Salvini e Meloni “parlano a vanvera”. “Il summit europeo è stato importante perché ha segnato la fine della stagione del rigore e di quell’Europa che imponeva e non ascoltava”. E’ quanto afferma il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, il quale in un’intervista a Repubblica bolla come “irresponsabili” Matteo Salvini e Giorgia Meloni, perché “parlano a vanvera” in un momento in cui “i cittadini necessitano di sincerità e risposte concrete. La verità è una sola: i nazionalisti vogliono distruggere l’Unione“.

Per Sassoli Salvini e Meloni “parlano a vanvera”

E quindi è ancora tormentone Mes. Che nella sua nuova versione, sottolinea Sassoli, “non avrà nulla a che vedere con quello applicato alla Grecia, non imporrà austerità e sarà conveniente perché i governi vi potranno accedere, se lo vorranno, con un tasso dello 0,3% e con tempi di restituzione molto lunghi“. Per Sassoli, insomma, “i Paesi più colpiti, fra i quali l’Italia, ne escono a testa alta perché in Europa tutti hanno riconosciuto la necessità di una risposta comune e rapida alla crisi. E in futuro per qualcuno sarà difficile sottrarsi a questa impostazione. Si è aperto il cantiere della Ricostruzione, ora è necessario lanciare un piano con risorse adeguate. Serve fare in fretta, ma bene. L’Unione – insiste- ha deciso di correre. Ai primi di maggio si conoscerà la proposta della Commissione e c’è tutto il tempo per prendere decisioni di portata storica già nel mese di giugno”.