Fase 2, per Mulé Conte vive “nella repubblica di Facebook”

Fase 2, per Mulé Conte vive "nella repubblica di Facebook". Il deputato di Fi dice che il premier dovrebbe comunicare in Parlamento, non sui social

Rilancio, Mulé:
Giorgio Mulè

Fase 2, per Mulé Conte vive “nella repubblica di Facebook”. “A forza di frequentare quotidianamente il suo portavoce, Rocco Casalino, il premier Giuseppe Conte deve essersi davvero convinto di vivere nella Repubblica di Facebook“. Lo scrive in una nota Giorgio Mulé, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.

Fase 2, per Mulé Conte vive “nella repubblica di Facebook”

“Nella giornata in cui è atteso alla Camera e al Senato per le comunicazioni sull’emergenza Coronavirus il premier non trova di meglio da fare che ‘postare’ un suo lungo e articolato intervento sulle modalità della cosiddetta Fase 2. – continua Mulé – Nel testo affidato ai social non c’è la minima certezza su nulla. E questo è nello stile del governo che si circonda di centinaia di esperti ma è incapace di decidere, dilaniato al suo interno dalla vergognosa spartizione delle poltrone, che tanto facevano gridare allo scandalo gli ipocriti grillini. Alla sua indefinita platea virtuale, infatti, il premier rimanda ai prossimi giorni per illustrare il piano della ripartenza. Volete mettere la comodità di affidare a un post sui social la ‘verità’ piuttosto che affrontare in Parlamento quei fastidiosi componenti delle opposizioni?”, conclude. .