Di Maio all’opposizione: “Tutti con Conte per vincere in Ue”

Di Maio all'opposizione: "Tutti con Conte per vincere in Ue". E la posta in palio per il ministro degli Esteri è il Recovery Fund da 1500 miliardi

Di Maio all’opposizione: “Tutti con Conte per vincere in Ue”. “E’ vitale il sostegno al premier di tutte le forze politiche, sospendiamo per tre giorni le polemiche”. A dirlo è Luigi di Maio, ministro degli Esteri, intervistato da Avvenire. “Mi fido ciecamente di Giuseppe Conte. – dichiara il titolare della Farnesina -. Il presidente del Consiglio sa tenere la barra dritta nell’interesse nazionale. Abbiamo un solo vero obiettivo. Ambizioso. Decisivo. Il Recovery fund: 1500 miliardi per riaccendere i motori. Tutto il resto è un dibattito limitante”. “Il dibattito sui singoli cespugli – sostiene anche – è limitante. Il Mes vale per l’Italia 37 miliardi, mentre il fondo antidisoccupazione Sure 100 miliardi e la linea Bei 200 per l’intera Ue… La sfida vera è allora giocare fino in fondo la partita sui Recovery fund. E’ camminare sulla strada maestra senza nemmeno valutare le alternative”. Frase impegnativa perché alla fine potrebbe essere necessario scegliere se è meglio ‘niente’ o ‘piuttosto’.

Di Maio all’opposizione: “Tutti con Conte per vincere in Ue”

Il ministro degli Esteri poi vagheggia una sorta di unità nazionale attorno a Conte: “Schieriamoci tutti con il premier. Sosteniamo tutti Conte. Ho sempre pensato che il dibattito sia ricchezza e non voglio dare l’impressione che provi a censurarlo, ma oggi è vitale sospendere le polemiche. Facciamolo fino a giovedì. Lavoriamo per dare al capo del governo la massima forza al tavolo finale. Anche perché – insiste Di Maio – il Recovery fund è un obiettivo possibile. Nessun Paese ha una posizione granitica. Anche Olanda e Germania si stanno interrogando, stanno facendo il loro esame di coscienza. Gli effetti devastanti della crisi hanno stravolto il quadro e hanno attenuato quelle rigidità che ci hanno messo in ginocchio. L’Europa – aggiunge – ha un’ultima occasione per dimostrarsi capace di solidarietà. Senza non ha ragione di esistere”.