Mediterranea: “Decine di persone in pericolo in mare, governo si muova”

Mediterranea: "Decine di persone in pericolo in mare, governo si muova". Il riferimento è agli allarmi lanciati da migranti su Alarm Phone

Mediterranea:
Mediterranea: "Decine di persone in pericolo in mare, governo si muova"

Mediterranea: “Decine di persone in pericolo in mare, governo si muova”. “Questa notte, come prevedibile, la situazione nel Mediterraneo centrale è precipitata. Non sappiamo più quali parole usare per richiedere al governo italiano di avviare un soccorso immediato alle decine di persone lasciate morire in mare”, scrive in una nota la Ong Mediterranea Saving Humans. “Alarm Phone ha perso in contatti con 3 delle 4 imbarcazioni di fortuna in avaria che da giorni chiedono disperatamente aiuto. Il quarto natante, quello con cui Alarm Phone è riuscita a parlare in nottata, riferisce che ci sono a bordo 47 persone, hanno detto che 5 persone sono svenute. Sono disperate dopo aver passato oltre 80 ore in mare.- si legge ancora nella nota- Le autorità sanno di loro da almeno 56 ore. Intanto la nave di soccorso ‘Aita Mari’ della Ong basca Salvamento Maritimo Humatario ha deviato la sua rotta di trasferimento da Siracusa verso la Spagna per recarsi sul posto e avviare le ricerche. Non ha personale medico né di soccorso a bordo, ha dunque bisogno di assistenza urgente”.

Mediterranea: “Decine di persone in pericolo in mare, governo si muova”

Nel drammatico audio, raccolto ieri da Alarm Phone, “la testimonianza di una donna di 21 anni, incinta, a bordo di una delle navi in avaria con il figlio di 7 anni. Non c’è più tempo, le condizioni del mare stanno peggiorando. Salviamole, salvatele, forse siamo ancora in tempo”, dice Mediterranea.