Gori: “A Bergamo va meglio ma non siamo fuori da emergenza”

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, a Che tempo che fa, Rai 2, ha fatto il punto sulla sua città, così duramente colpita dal Coronavirus.

Giorgio Gori
Giorgio Gori (foto Youtube)

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, a Che tempo che fa, Rai 2, ha fatto il punto sulla sua città, così duramente colpita dal Coronavirus. “Le cose vanno un po’ meglio, soprattutto negli ospedali. C’è minor pressione sulle terapie intensive e nei pronto soccorso da circa una settimana. Non siamo fuori dall’emergenza, sono tante le persone ammalate nelle loro abitazioni”.

Le parole di Gori

Con un indice di mortalità dell’1,5%, i contagiati nella provincia di Bergamo alla fine di marzo sarebbero stati oltre 300.000. Con un indice di mortalità dell’1% i contagiati arriverebbero a 450.000. Penso che quello che è successo nelle Rsa sia successo prima: nelle rsa è stato consentito a famigliari e parenti di andare a visitare i propri cari fino a marzo avanzato. Quando i gestori della provincia di Bergamo hanno scritto chiedendo di poter chiudere l’accesso è stato detto di ‘no’ perché questa era la disposizione della Regione Lombardia”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.