Gallera: “Vergogna, i rappresentanti del PD accecati dall’odio”

L’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera non ci sta e risponde alle accuse mosse dalla segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani.

Chiese aperte a Pasqua Twitter
Foto: Twitter

L’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera non ci sta. Ha risposto alle accuse mosse dalla segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani. “E’ una vergogna. I rappresentanti del Partito Democratico sono così accecati dall’odio nei confronti dell’operato della Regione Lombardia da riuscire a snaturare le mie dichiarazioni sui decessi nelle Rsa, rielaborandole a loro piacimento e adattandole a squallidi interessi di bottega”.

Le parole di Gallera

Nel corso di una trasmissione radiofonica ho dichiarato, come riportano correttamente le agenzie di stampa, che fosse una ‘montatura’ il fatto che ‘aver mandato dagli ospedali in alcune Rsa persone già contagiate dal Covid’, abbia provocato ‘colposamente una strage’. Le direttive di Regione Lombardia erano chiare e precise. La ricerca di posti letto nelle strutture di cura e ricovero esterne agli ospedali, con adesione volontaria e con determinati e rigorosi requisiti, ha permesso di assistere e salvare nei reparti per acuti molte persone. Altrimenti non avrebbero trovato posti disponibili nel bel mezzo di una emergenza straordinaria. Ogni decesso è una ferita al cuore della comunità. La strumentalizzazione di questi tragici avvenimenti per condurre attacchi politici immotivati è infine triste, insensata e vergognosa”.

Andrea Gussoni
Nato il 28 gennaio 1986, fin dai tempi dei miei studi ho seguito le mie passioni, prima diplomandomi al liceo linguistico Virgilio e poi laureandomi in Psicologia delle Comunicazioni. Ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo nel 2008 ma negli anni ho ampliato i miei orizzonti, professionali e non.