Coronavirus, probabile proroga delle misure restrittive per altri 15 giorni

Non è escluso che dopo Pasqua possano aprire alcune attività produttive

proroga misure restrittive
Foto: Pixabay

Le misure restrittive, ormai lo sappiamo, sono in vigore fino a lunedì 13 aprile, subito dopo Pasqua, ma sembra sempre più probabile che il governo possa optare per un’ulteriore proroga valida per altri 15 giorni. L?isolamento in casa dovrebbe durare almeno fino al 2 maggio (evitando così il ponte del primo maggio).

Qualche piccolo spiraglio, legato a quella che può essere definita, la cosiddetta “Fase 2“, potrebbe comunque aprirsi. Si parla infatti della possibilità che subito dopo la festività possano riaprire alcune piccole attività legate alla filiera agroalimentare e sanitaria, previo il rispetto delle misure di distanziamento.

Proroga misure restrittive – Le anticipazioni del Ministro Boccia

In attesa delle ufficialità, che come al solito dovrebbero arrivare dal premier Giuseppe Conte, alcune anticipazioni sono già arrivate. “Per la fase due ci sarà una cabina di regia annunciata dal presidente del Consiglio della quale Fontana sarà parte integrante. È una cabina scelta dalle stesse regioni, nella quale ci sarà Bonaccini e un terzo presidente che ci sarà comunicato a breve dalla conferenza delle Regioni – sono le parole del Ministro degli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia -. Il governo ha le idee chiare: dobbiamo mettere in sicurezza la salute degli italiani,

Boccia ha detto di comprendere le esigenze degli imprenditori, “ma ci sarà una valutazione scientifica e delle cabine di regia con Anci e rappresentanti delle parti sociali, in cui Confindustria potrà dare il suo contributo. Il presidente della Lombardia Fontana – ha annunciato – sarà nella cabina regia nazionale”.